martedì 24 aprile 2012

Tieni duro, manca poco!!!

E finalmente tutto sta per terminare: mia madre porterà mia nonna - quell'essere rivoltante - a casa sua. Ciò significa che sarò libera, non avrò più gli occhi puntati addosso per ogni cosa che faccio, per ogni briciola che mangio, non sentirò più  racconti che vertono sulle mie abitudini alimentari e sul mio diario alimentare giornaliero. 
Finalmente potrò ritornare in cucina in tutta spensieratezza, preparare i piatti che più si addicono alla dieta senza pericolo di gossip e smetterla di andare a rubare la prima cosa che posso in cucina e mangiarla di nascosto in camera, solo per non sentire "Oggi tua figlia ha mangiato" con tanto di elenco dettagliato - avvolte perfino caricato... ma vuoi forse addossarmi la colpa del tuo vizio di divorare di tutto ogni giorno? - tanto si tratta sempre di cibi calorici e poco dicati alla dieta, guardacaso...


E il tempo di guerra sta per terminare, mancano meno di due giorni!! Anche perchè giovedì sarò a lezione per tutta la mattina, e al mio ritorno troverò la casa sgomberata! 


Devo solo resistere ancora un po', tenere duro per oggi e domani, dopo di che le cose torneranno alla loro normalità... Comincio già a respirare  un'aria fresca e serena, e questo piccolo assaggio di libertà mi inebria la mente...

giovedì 19 aprile 2012

La mia pazienza è giunta al limite

Sento parlare in sala. E' mia nonna. "Non lo so cos'ha mangiato tua figlia a pranzo, non l'ho vista...."
Faccio finta di niente.....
Prosegue. "Ieri sera si è preparata il pesce e la verdura, nient'altro. Mangia sempre verdura..."
Mi trattengo......
E di nuovo. "Ho cercato di capire cos'ha mangiato a pranzo, ma non l'ho capito..."
Scoppio. Non riesco più a tollerare queste scene che si ripetono tutti i giorni, ogni volta che parla - come se parlasse poco..... Il rancore mi logora ogni volta, mi sento controllata, non voglio essere controllata!
"Ma stai zitta che nonna ti vuole bene! Non ti dico niente! Stai zitta..."
Invece tappetelo tu quel cesso, una volta per tutte.
Mi stai portando all'esaurimento nervoso. Ho sbattuto la porta di camera, non voglio nemmeno andare a mangiare. Non voglio vederla. Mi sento lo stomaco chiuso, le mani mi tremano per il nervosismo. Voglio piangere ma sono troppo arrabbiata per farlo.
Quando finirà tutto questo? 
Qualcuno riesce a capire cosa provo?

giovedì 12 aprile 2012

Forse ci voleva

Ieri ho mangiato tanto, veramente, ma non è stata un'abbuffata. Nonostante ogni pasto sia stato veramente abbondante ho avuto sempre fame e ho mangiato - da dove tutta questa fame??. Poi la sera mi sentivo particolarmente gonfia, quasi nauseata, non ho fatto cena. Esco con il mio ragazzo, comincio a sentirmi male. Eravamo ad un pub, non volevo assolutamente nulla. Mi sentivo come se stessi per vomitare. Ho ordinato un caffè, la consumazione più piccola che c'era, ho fatto  un sorso e l'ho lasciato. 
Tornata a casa mi sentivo sempre peggio, volevo liberarmi lo stomaco così ho provato ad autoindurmi il vomito. Solo una misera sboccata - non pensavo che gli acidi mi avrebbero  tolto lo smalto che ho messo con tanta cura il pomeriggio stesso. Mi sentivo ancora male, molto male. Ho passato la notte a vomitare, 5 interminabili scariche, sento di aver vomitato anche l'anima. La gola mi bruciava da morire, non riuscivo nemmeno a deglutire, gli occhi lacrimanti, la testa che stava per scoppiarmi, brividi, tremori, dolori a stomaco e intestino e a tutta la muscolatura addominale - come fanno le bulimiche a sopportare ogni volta tutti questi fastidi?
Dopo altre scariche - non solo di vomito - stamattina mi sono pesata: 58.7 kg. Ma a quanto cavolo ero arrivata in questi giorni, se dopo aver buttato fuori quella quantità assurda di roba peso ancora 58.7??? 
Il mio stomaco ora è piatto, l'intestino gonfio, il morale a terra. 
Approfitterò di questo momento per digiunare, farò una giornata depurativa a base di soli acqua e tè - se riesco a mandarli giù. 
Mia madre ha detto che mi porterà degli integratori, visto che anche un sorso d'acqua mi fa venire da vomitare. Se così fosse, potrei permettermi il lusso di prolungare questo digiuno fino a domani o fine settimana compresi. Non mi  costringerà a mangiare, sa bene che mi sento male. 
Bisogna cogliere la palla al balzo, e se questo momento è arrivato proprio ora un motivo c'è. Punizione per essermi abbufata quasi tutti i giorni per una settimana o possibilità di recuperare?

martedì 10 aprile 2012

Bisogno di distrarmi

Dopo alcuni giorni di assenza mi precipito ad aggiornare il blog. 
Perchè mi precipito? Semplice, reputo molto più utile e salutare aggiornare il mio blog invece di starmi a strafogare in cucina per l'ennesimo attacco di fame nervosa. Sì, l'ennesimo, perchè per l'ennesima volta mi sono arrabbiata con mia nonna per gli ennesimi motivi.... Fortunatamente entro 10 giorni (almeno così ha detto mamma) dovrebbe togliere il disturbo, quindi credo e spero che la causa principale di questo stress e conseguente fame nervosa mi lascino in pace. 


Stamattina mi sono già lasciata un po' andare, 370 kcal a colazione tra  una specie di torta e ovetti vari, niente spuntino, pranzo con petto di pollo e zucchine lesse, bello ipocalorico e leggero e poi.... ho rovinato tutto con 50 g di pane, 4 fette biscottate integrali e due sottilette. Totale: 848 kcal. Mi viene in mente una sola parola, vaffanculo


Mi sento poi ancora più stupida pensare che  mi sono abbuffata due volte nel fine settimana, ho rinunciato a tutto nei giorni di festa, ieri no carbo e no cena per recuperare e oggi recupero gli sgarri perduti? Ho paura di lasciar perdere tutto per un periodo di sconforto... sono stressata, il ciclo non mi viene e non so perchè, ho continui attacchi di fame nervosa, non riesco più a studiare, mi sento una fallita. Dov'è quell'energia e vitalità che avevo una volta, quella forza di guardare in faccia il problema e affrontarlo con il sorriso sulle labbra? Mi manca la ragazza che ero fino un mesetto fa, dov'è andata a finire? E' forse rimasta in Finlandia e non è più tornata indietro con me?

venerdì 6 aprile 2012

Basta per favore!!!

Non riesco più a sopportare questo continuo alternarsi di abbuffate e digiuni, mi sta rovinando la vita! 
Mi sento in gabbia, non so come uscirne... sembra che più mi impegno più prima o poi la faccio grossa, così mi demoralizzo. Ma la parte peggiore sono i dolori allo stomaco, ma nemmeno loro sembrano capaci di fermarmi. Finisce sempre che mi piego in due dal dolore e mi fermo solo perchè non riesco più ad alzarmi...


Su internet ho trovato un articolo riguardante le abbuffate compulsive, leggevo queste frasi 



C’è quindi un’azione circolare nelle abbuffate compulsive che può far sì che gli effetti di oggi siano le cause di domani. Risolvere l’intera rete di problemi non è quindi una semplice questione legata al controllo del comportamento alimentare per poi aspettare che altri problemi scompaiano come conseguenza automatica.
[...]
Molte persone che abbuffano compulsivamente seguono delle diete. [...]


La maggior parte di chi ha problemi di abbuffate compulsive era già a dieta quando ha iniziato ad avere questi disturbi. E tra quelli che fanno diete rigide questi problemi sono causati almeno in parte dalla dieta stessa. Dunque, esiste un circolo vizioso: la dieta incoraggia le abbuffate e ne è anche la risposta.


Un po' più cretino, invece, il finale...


Poiché l’essere a dieta è uno dei fattori principali che rendono le persone vulnerabili alle abbuffate, uno degli scopi di molti trattamenti è di ridurre la tendenza  a fare diete.

Ma che senso ha?? Come si può  portare le persone  apensare di non seguire diete quando uno deve perdere peso??? Troppo comoda come soluzione, potevate anche risparmiarvela!!


Insomma, alla fine non si riesce a concludere nulla, perchè se il modo per porre fine a tutto ciò è smettere la dieta, preferisco tenermi questi periodi ma continuare a perdere peso.. 


Insomma, dobbiamo arraggiarci da sole, noi che soffriamo di questi ripetuti cicli di abbuffate compulsive. Siamo forse condannate a soffrirne in eterno?




Ciclo ti prego vienimi, così eliminiamo un movente che mi spinge a fare scorte indesiderate!! 
Non ho mai avvertito il desiderio di cioccolata e - un po' meno - dolci vari in queste ultime settimane ma, forse perchè mi dovrebbe venire nonostante il ritardo, oggi non ho saputo resistere, così il danno si è aggravato con una quantità indefinita (ho perso il conto!!) di cioccolatini.... Mi sento un mostro, un essere schifoso, MI ODIO, vorrei punirmi per questo ma non so come!! Ho provato a darmi all'attività fisica forzata per cominciare a smaltire, ma il troppo dolore me lo impedisce. Forse me ne resterò a casa, aspettando di riprendermi un po' per poi iniziare ad ammazzarmi di esercizi...

giovedì 5 aprile 2012

settimaniversario

Oggi festeggio una settimana di non abbuffate, e sono felicissima dwl risultato raggiunto nonostante in questa settimana sono riuscita solo a ritornare al peso che avevo prima di abbuffarmi. So che non è tanto, ma  felicitarsi per ogni piccolo obiettivo raggiunto fa bene alla dieta. E quindi voglio congratularmi con me stessa e magari premiarmi, perchè no - non con il cibo - magari andando in giro per negozi e comprarmi qualcosa. 

domenica 1 aprile 2012

Un sorriso in questa giornata cupa

Oggi è una giornata nuvolosa, il tempo è cupo e in questi momenti mi viene voglia di scrivere. In realtà non ho molto tempo a disposizione, ma sento il bisogno di aggiornare il mio blog per liberare i miei pensieri.


Stanotte non riuscivo a prendere sonno. così mi sono messa a fare un po' di esercizi a letto. Un po' d addominali, un po' di flessioni (impossibili da fare sul materasso), slanci per glutei, interno ed esterno coscia, addominali laterali, poi mi son messa giù e ho cominciato piano piano a perdere la cognizione del tempo. Poi mi son svegliata tardissimo per l'ennesima volta. Sto dormendo una media di 9 ore a notte, io che ne dormo 7! Qualcosa non va, forse la primavera, forse la dieta, forse semplicemente non ho voglia di fare nulla. La cosa mi rende alquanto nervosa perchè quando mi sveglio tardi la mattina mi sento inutile per tutto il resto della giornata, oltre che letteralmente rincoglionita. 


Appena messo i piedi a terra mi è uscito un sorriso sulle labbra. Mi sentivo la pancia vuota, avete presenta quella sensazione di vuoto che sembra che la vostra pancia venga risucchiata? Una sensazione bellissima, era da tempo che non la provavo, vista la recente abbuffata di mercoledì. Sono subito corsa a fare una bella colazione. Mi sono ricordata dei metodi per "svegliare l'intestino": kiwi, tè verde, caffè, yoghurt. Il caffè non c'era, ho trovato nel frigo gli ultimi due kiwi superstiti, mezzi mollicci perchè troppo maturi. Sono riuscita a recuperare i semini neri e la parte centrale del frutto, saranno stati 40 grammi. Poi un bel tazzone di tè verde e un vasetto di yogurt bianco, magro ovviamente. Due gallette di farro e mi son sentita in forze e  piena ma leggera fino a pranzo, alle 2 del pomeriggio. Sì alle 2, perchè quando mia madre è a casa si finisce per mangiare ad orari assurdi. Però sono stata felice del fatto che mi ha fatto trovare della carne in frigo. Aveva in programma un menù ipercalorico per lei e mia nonna (già, la nonna...): maccheroni al sugo con tanto parmigiano + frittata con uova e pan grattato cotta nel sugo. Io invece me la sono cavata con pollo alla piastra, un bella ciotolona piena di insalata, cetriolo e pomodorini e 3 fette integrali. 


Mi ha fatto molto piacere vedere come mia madre non si sia nemmeno sprecata a propormi un menù impreponibile - che avrei sicuramente rifiutato - e venendomi incontro, per una volta, preparando il pranzo anche per me. Poverina, le è toccato preparare due pranzi, mi sento quasi in colpa, eppure non mi prepara mai nulla. Nemmeno compra gli alimenti per la mia dieta quando va a fare la spesa, devo sempre muovermi io, pagando con i miei risparmi, ogni volta che terminano le scorte. Eppure oggi mi ha itenerita. 


Ho anche avuto il coraggio di pesarmi e misurarmi stamattina. Dopo l'abbondante colazione la bilancia mi dava 58.5 kg, non male, ho pensato, dopo il disastro di mercoledì e la cena con parenti giovedì. Sono stata soddisfatta invece di notare la diminuzione delle varie circonferenze quando mi sono misurata con il metro da sarta. Mi sento motivata, ho anche trovato altri consigli utili per internet, credo che li sperimenterò. 


Ho notato che quando il tempo è cupo io sono solare, forse non sono fatta per vivere in luoghi caldi e soleggiati, ne sono sempre stata convinta! Forse è il caso di incontrare il mio ragazzo approfittando di questo mio momento di spensieratezza, visto che le cose tra noi in questo periodo non vanno a gonfie vele. Spero di concludere la giornata con questa vena positivista, mi aiuta a perdere peso più velocemente - forse dovrebbero farci studi scientifici su qeusto strano effetto, o magari la risposta c'è già da qualche parte!